Corsi

Laboratorio di Pianificazione Ambientale – Prof. Francesco Musco

La pianificazione ambientale svolge un ruolo fondamentale nel governo del territorio, favorendo l’individuazione di regole, norme, programmi per un governo del territorio attento all’uso razionale delle risorse. Il Laboratorio propone un percorso di approfondimento, fornendo agli studenti elementi di teorie, metodi e tecniche relative ai processi di pianificazione territoriale sviluppati in stretto rapporto con le gestione delle risorse naturali, introducendo elementi di complessità ed interdisciplinarietà, sia con finalità di analisi che di progetto alla scala vasta.
La prima parte del laboratorio è dedicata ad approfondimenti finalizzati a definire i contenuti delle attività con particolare attenzione alle tecniche di pianificazione ambientale di area vasta e ai contesti costieri.
La seconda parte è dedicata ad un’esperienza operativa di pianificazione e progettazione ambientale integrata, applicata a tre casi studio (nord-centro-sud) sulla costa del Veneto posta in relazione con la crescita urbana costiera, i servizi turistici, la tutela delle zone umide del litorale, l’interfaccia costa-mare.
L’esercizio di progetto si concentrerà sui rapporti tra la gestione costiera e la pressione antropica dell’ambiente urbanizzato sviluppato lungo le coste venete, non trascurando le relazioni costa-mare offerte della nuova pianificazione di settore (MSP).
La riqualificazione e la “ricucitura” ambientale delle urbanizzazioni costiere scontano problemi di diverso tipo: di natura prettamente urbanistica, ma soprattutto – nella prospettiva del laboratorio – di tipo ambientale, di sviluppo socio economico locale (conflitto tra attori economici), oltre che della costruzione di processi di pianificazione partecipativi e inclusivi (rapporti pubblico-privato).
Casi studio internazionali saranno esaminanti e discussi durante le lezioni teoriche del laboratorio.

Urbanistica – Prof. Francesco Musco

Il corso di Urbanistica per gli iscritti al terzo anno del CdS Architettura, Costruzione e Conservazione si propone di avvicinare gli studenti ai concetti base, le teorie, le tecniche e la pratica della pianificazione urbanistica, con particolare attenzione alle relazioni con i sistemi urbani consolidati.
A partire dai fondamenti teorici della disciplina, saranno illustrati e discussi casi studio legati alle più avanzate esperienze europee di progettazione urbanistica in una prospettiva di sostenibilità, stimolando gli studenti a comprendere il funzionamento e le modalità di redazione del piano urbanistico non trascurando le evoluzioni più recenti della disciplina.
Attraverso lezioni, seminari con esperti ed amministratori, esercitazioni in aula, gli studenti saranno accompagnati a comprendere le relazioni tra il progetto di architettura, di città e di territorio in una prospettiva critica ed interpretativa. Particolare attenzione sarà data all’appredere modalità per la definizione di un progetto di rigenerazione urbana, come ‘pratica’ urbanistica per il recupero integrato e sostenibile.

Economia e Politica per l’Ambiente – Prof. Matelda Reho 

Il corso considera i principali ambiti delle politiche ambientali, gli strumenti utilizzati, le modalità per valutare a livello economico il miglioramento o peggioramento della qualità ambientale. I risultati attesi fanno riferimento al raggiungimento di tre obiettivi principali. Un primo obiettivo formativo fa riferimento alla capacità di mettere a fuoco, caratterizzare, le questioni/i problemi rispetto ai quali interveniamo con le politiche ambientali. Gli studenti sviluppano capacità di comprensione critica e autonomia di giudizio su quanto viene descritto come problema in letteratura, nella restituzione della stampa quotidiana, nel modo di intendere di parti dell’opinione pubblica; acquisiscono competenze per valutare e proporre strategie, misure e azioni all’interno delle politiche ambientali, lavorare per il loro miglioramento, in un’ottica di efficienza, di efficacia, di equità sociale. Un secondo obiettivo del corso fa riferimento alla acquisizione di capacità di scegliere e applicare adeguati strumenti delle politiche ambientali, entro approcci differenti, rispetto ad un’ampia griglia di criteri e con il coinvolgimento di attori diversi. Si esplorano, a tale scopo, approcci e strumenti a dominanza dell’attore pubblico e pratiche innovative, che vedono sempre più come protagonisti diversi soggetti. Si pone particolare attenzione allo sviluppo di abilità comunicative, indispensabili per interfacciarsi con differenti contesti. Un terzo obiettivo, strettamente connesso con i primi due, fa riferimento alla acquisizione di conoscenze e capacità di scelta e applicazione di strumenti di valutazione e contabilità ambientale. All’interno dei processi di policy making gli studenti hanno l’opportunità di approfondire tecniche di valutazione economica dell’ambiente e del paesaggio e relative ai costi connessi con deterioramento/perdita delle loro funzioni.
Più in generale, alla fine del corso, è cresciuta la consapevolezza della maggiore efficacia di una politica ambientale che intervenga a monte, per prevenire gli impatti negativi, rispetto a misure introdotte a valle dei problemi, come cura degli impatti, dell’importanza di costruire strategie locali che si rapportino a strategie globali, di sostenere modelli di vita improntati al risparmio delle risorse ambientali e al rispetto della resilienza.

Politiche del Paesaggio e dello Spazio Rurale – Prof. Matelda Reho

Il corso evidenzia le possibili interazioni tra politiche agricolo-alimentari e pianificazione territoriale negli spazi rurali, periurbani e in città, considerando la dimensione multifunzionale dell’agricoltura, la sua possibilità di produrre beni e servizi. Fra questi il paesaggio agrario, ma anche nuovi paesaggi urbani, l’influenza sull’adattamento e mitigazione del cambiamento climatico, la possibilità di una fruizione ricreativa del territorio e importanti servizi sociali. Lo studente acquisisce conoscenze sulle misure introdotte nel quadro più generale della PAC (Politica Agricola Comunitaria) e delle politiche agricole nazionali e regionali; competenze nell’analisi e valutazione dei servizi ecosistemici prodotti dall’agricoltura, del loro contributo alla resilienza della città e del territorio rurale; capacità di supportare la costruzione di strategie urbane dell’alimentazione e di strumenti di pianificazione territoriale. Il corso mette in grado lo studente di sviluppare autonomia di giudizio nella selezione delle opportunità finanziarie legate alla Politica Agricola Comunitaria, in funzione di un coerente intervento pubblico sul territorio; pone attenzione allo sviluppo di abilità comunicative per facilitare, nel mondo del lavoro, l’interazione tra differenti soggetti.

Analisi e Valutazione Ambientale – Ing. Elena Gissi

Muovendo dal concetto di sistemi sociali-ecologici, il corso si concentra sulla costruzione di adeguate conoscenze per la valutazione ambientale come strumento di integrazione degli aspetti ecologici nella elaborazione delle decisioni. La prima parte del corso prenderà in esame principi, metodi e strumenti dell’ecologia urbana, partendo dal concetto di sistemi sociali-ecologici. La seconda parte del corso prenderà in considerazione il concetto di Servizi Ecosistemici (SE) come strumento per la l’analisi ambientale. In particolare ci si concentrerà su origine e significato di SE, su metodi e tecniche di mappatura di flussi di SE in relazione a beneficiari e managers dei SE. Grazie a queste conoscenze si potrà accedere alla comprensione di tecniche e ai metodi per la Valutazione Ambientale (VIA, VAS, VIncA) come processi di equilibrata e documentata valutazione degli impatti, tenendo conto della necessità di definire il livello delle trasformazioni ambientali, degli impatti cumulativi e della partecipazione della popolazione alle decisioni.

Riguardo agi obiettivi formativi, alla fine del corso lo studente deve i) conoscere i principi e le caratteristiche dei sistemi sociali-ecologici, e del loro metabolismo; ii) essere in grado di impostare un’analisi ambientale per uno specifico territorio, partendo dall’analisi e dalla mappatura della capacità di fornire servizi ecosistemici, tramite i metodi dell’ecologia del paesaggio e dell’ecologia urbana; iii) essere capace di impostare un’analisi ambientale in relazione alla valutazione di piani o progetti, con particolare attenzione agli impatti (diretti, indiretti, cumulativi) rispetto alle pressioni derivanti da attività antropiche sui sistemi ambientali.

Approccio basato sugli Ecosistemi degli spazi costierie e marittimi – Ing. Elena Gissi

Il corso fornisce una conoscenza approfondita sui principi e metodi della Ecosystem Based Approach (EBA) e valutazione ambientale marino (per esempio il collegamento di analisi, monitoraggio e valutazione), come richiesto nel raggiungimento del buono stato ecologico (GES) di regioni marine (strategia marina direttiva quadro, MSFD 2008/56 / CE). Il modulo discute le inter-relazioni di attività, piani e progetti (rischi e degli impatti) con l’ambiente marittimo, interpretando gli usi delle risorse naturali dal punto di vista degli ecosystem based approach e dai servizi ecosistemici, come strumenti per la valutazione e la gestione ambientale. Particolare attenzione è dedicata all’esperienza del Mare Adriatico e altri studi fondamentali, per discutere sulle barriere e strozzature nella realizzazione di EBA in contesti reali.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookPin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone