I Piani d’Azione per l”Energia Sostenibile (PAES) e i Piani Clima

Il recente dibattito sui cambiamenti climatici, ma soprattutto l’evidenza empirica portata dal rapporto Stern, seguito dai rapporti dell’Ipcc e dell’Unione Europea sull’innalzamento della temperatura, hanno spinto i policy maker e le città in primo luogo ad occuparsi di politiche per la protezione del clima. In particolare la Commissione europea ha lanciato il Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) per avallare e sostenere gli sforzi compiuti dagli enti locali nell’attuazione delle politiche nel campo della mitigazione ed dell’adattamento ai cambiamenti climatici dei sistemi urbani.
La ricerca si è rivolta quindi alla valutazione dei metodi e delle tecniche per l’analisi e la pianificazione del territorio per favorire da un lato la riduzione delle emissioni climalteranti e le opportune strategie di adattamento dall’altro. La prospettiva della ricerca è stata anche quella di verificare le condizioni affinché le politiche territoriali, ambientali ed energetiche potessero favorire sviluppo locale. Il progetto, rispondendo all’obiettivo generale di attuare il “Pacchetto Clima-Energia” (G.U.E.E. L 140 del 5 giugno 2009), in attuazione alla Direttiva 2009/28/CE relativa alla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, ha contribuito a fornire un apparato metodologico trasferibile ed utilizzabile a livello regionale per l’elaborazione di Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) in stretta relazione con gli strumenti di pianificazione territoriale previsti dalla LR 11/2004 in Veneto. L’obiettivo specifico dell’assegno è stato uno studio preliminare per un Piano d’Azione Locale per il Clima (secondo il modello UE), nella Provincia di Rovigo, al fine di programmare azioni specifiche di efficientamento dei sistemi urbani (inclusa l’elaborazione di linee guida di tecnica urbanistica), di promozione delle energie rinnovabili secondo una prospettiva che favorisse sviluppo locale (imprese – territorio).

Ricercatore: Filippo Magni
Coordinatore scientifico: Francesco Musco
Aziende Coinvolte: MORO ANTONIO srl.
Durata: Marzo 2012 – Febbraio 2013

Tweet about this on TwitterShare on FacebookPin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone