Nuove Tecnologie e Gestione dell’Informazione per il Governo del Territorio

Valutazione di sistemi, regole e processi, per la produzione, gestione e diffusione di informazione georeferita a favore della costruzione di quadri conoscitivi integrati e condivisi per:

  • Favorire processi decisionali integrati (leggibilità di informazioni complesse);
  • Supportare le fasi di analisi e monitoraggio nei processi di adattamento;
  • Massimizzare l’efficienza degli interventi mediante definizione empirica di vulnerabilità e rischio
  • Prevenire e gestire situazioni di emergenza;

Gli effetti del cambiamento climatico sono già visibili sul territorio accentuando l’urgenza nel dover considerare strategie di adattamento accanto ad azioni di mitigazione.

i9mmagineUno dei principali problemi che emergono durante l’analisi della vulnerabilità del territorio al cambiamento climatico è la mancanza di informazione territoriale. I dati, normalmente trattati dalle autorità pubbliche nei processi di gestione del territorio, non sono sufficienti ed adeguatamente omogenei per individuare la vulnerabilità prodotta dal cambiamento climatico.
I processi sviluppati sono stati utilizzati e sperimentati per sostenere alcuni Comuni pilota della Città Metropolitana di Venezia nella redazione di Piani Clima locali.

Il nuovo approccio proposto per la Pubblica Amministrazione (PA) si allontana dal concetto di possesso e si immagine3avvicina al concetto di condivisione delle risorse e delle conoscenze e alla cooperazione.
Per poter sviluppare sistemi e metodologie funzionali alla riduzione delle vulnerabilità locali è essenziale raccogliere ed organizzare le informazioni territoriali in modo omogeneo e coerente e condividerle con i diversi enti ed istituzioni che operano nell’area.

Le nuove tecnologie trattate rientrano nell’ambito delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Information and Communications Technology, ICT)

 

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookPin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someone